Blog: http://AnelliDiFumo.ilcannocchiale.it

Buoni genitori, di Chiara Lalli



Buoni genitori, di Chiara Lalli, è il classico saggio che mancava. In questo libro, da cui traspare una grinta e una rabbia lucida di cui c’è bisogno come il pane negli ambienti culturali italiani, la professoressa di Bioetica Lalli racconta come anche in Italia esistano le famiglie omogenitoriali (formate da persone dello stesso sesso) o perfino situazioni di co-parenting, ossia quando tre o più adulti decidono di avere un ruolo nella crescita e nell’educazione di uno o più figli. L’autrice mescola lo stile americano, con un folto gruppo di interviste case-study nei confronti di coppie gay o lesbiche italiane che hanno avuto figli (biologici o adottivi, valicando il confine patrio), a una parte più analitico-teorica, nella quale la scienziata cita fonti e spiega statistiche riguardo alla misurazione del benessere psico-sociale dei bambini che hanno due mamme o due papà.

Il benessere del bambino, infatti, è sempre tenuto in prima linea, ed è misurato non solo attraverso la citazione di tassi e percentuali, ma anche semplicemente facendo parlare i diretti interessati di quella che è la loro quotidianità a scuola o fuori da scuola. Quel che emerge da questo saggio, scritto per altro in un italiano impeccabile e chiaro, è l’enorme desiderio di centinaia di omosessuali di essere genitori, e di essere dei buoni genitori. Colpisce la determinazione di questi uomini e queste donne, ma anche la loro consapevolezza: non esiste la famiglia perfetta e la loro non si propone di essere una famiglia perfetta. La loro si propone di essere semplicemente una buona famiglia, a prescindere da quel che il reazionario legislatore italico potrà dire o fare contro il loro diritto alla felicità.

***
Severgnini mi ha pubblicato una nuova letterina. Parliamo di vongole, stavolta.

***
Ho letto La solitudine dei numeri primi, e mi è piaciuto. Trovate una lunga recensione sul mio Anobii.

***
In Bulgaria ha vinto le elezioni il gorilla del re. De Andrè forse sarebbe stato contento. Il GERB (partito di centrodestra) ha vinto con un programma dipietrista: sbattere in galera i ministri corruttori del precedente governo socialista.

***
E' morto l'ex ministro della Difesa statunitense Robert McNamara, un democratico di Sinistra che rimase famoso per una delle pagine più nere della storia USA: la guerra del Vietnam. A lui si applica meglio di altri il detto "Volevamo cambiare il mondo, e invece il mondo ha cambiato noi".

Pubblicato il 6/7/2009 alle 16.18 nella rubrica Scritture.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web